L'Italia si scopre essere albanese


L'Italia si scopre essere albanese e grazie a Facebook la ricerca sulle proprie origine diventa facile.

Grazie a internet e Facebook molti italiani ricercano le proprie origini partecipando in vari gruppi su Facebook e vari forum.
Sono tanti che sanno di avere origini albanesi e per loro scelta o privacy non rivelano la loro provenienza come sono tanti coloro che si sentono albanesi dentro (tradizione , folclore,musica e lingua).

Basti ricordare che la lingua albanese è la lingua più parlata tra le minoranze linguistiche in Italia- La lingua albanese è tramandata da più di 5 secoli.


La storia dell'emigrazione albanese in Italia dal 1400 al 1800.

Gli Albanesi, discendenti degli Illiri, sono un popolo sparso in tutto il mondo.

Sette sono state le immigrazioni in Italia:

- Prima immigrazione: 1416-1446 – I primi albanesi venuti in Italia furono i soldati al seguito di Demetrio Reres e dei suoi figli Giovanni e Basilio, inviati da Scanderbeg per difendere Alfonso d’Aragona contro il rivale Roberto d’Angiò.

- Seconda immigrazione: 1459-1461- Altri soldati albanesi, al seguito di Stresio, nipote di Scanderbeg, vennero per difendere la Casa aragonese contro un nutrito numero di baroni che si erano ribellati a Ferdinando I, successore di Alfonso.

- Terza immigrazione: 1468-1506 – Con la morte di Scanderbeg nel 1468, i Turchi invasero l’Albania intera, distruggendo ed incendiando le città. Per non sottomettersi al dominio turco, gli Albanesi s’insediarono in Calabria tra le pendici della Sila e la Valle destra del Crati.

- Quarta immigrazione: 1532-1534 – Gli albanesi della città di Corone, sempre più minacciati dai turchi, lasciarono la patria per sbarcare a Napoli, dirigendosi poi in Puglia, Lucania e Calabria, ripopolando o fondando nuove comunità.

- Quinta immigrazione: 1647-1664 – Anche gli albanesi della Morea lasciarono la propria terra per raggiungere la costa jonica e dirigersi verso la Basilicata.

- Sesta immigrazione: 1744 – La popolazione di Picherni, una piccola comunità situata tra i monti della Chimera, tra Illirio e l’Epiro, raggiunse l’Abruzzo, fondando Villa Badessa.

- Settima immigrazione: 1774-1825 – Diversi gruppi albanesi di incerta provenienza si stabilirono nel Pavese e nel Piacentino, altri in Basilicata.
E’ da ricordare però che già nel Medioevo molti furono gli albanesi che per motivi di lavoro si trasferirono a Venezia dove si distinsero per la professionalità e la cultura, fondando addirittura la cosiddetta “Scola degli Albanesi”, una confraternita con scopi umanitari verso i connazionali in difficoltà.

- negli anni gli stessi albanesi che popolavano l'Italia a loro volta emigrarono nuovamente verso l'America e nord Europa.

Un altra emigrazione di massa albanese ci fù nel 1991 (dopo la caduta della dittatura comunista) .

Oggi grazie a molti studiosi albanesi si sta ricostruendo quella storia albanese che pochi anni fà era sconosciuta e molto confusa oppure molta storia albanese veniva erroneamente considerata storia greca.
Negli anni dal 1400 al 1900 si pensava che gli tutti coloro che venivano dall'oltre adriatico erano greci , la musica albanese si pensava che fosse greca ,il folk albanese si pensava che fosse greco, i grandi eroi albanesi che diedero l'indipendenza alla Grecia nel 1821 si pensava che fossero greci.


Per capire quante storia sia stata "rubata" agli albanesi basti considerare che in Italia Piana degli albanesi(in Sicilia) fino al 1940 si chiamava Piana dei Greci nonostante loro avessero lingua e folk albanese, poi in seguito venne cambiata in "Piana degli Albanesi".

Purtroppo oggi ci sono altri paesi e altri eroi che vengono considerati greci : come Greci in Campania , un paese albanofono e che continua a chiamarsi Greci.

Questi errori capitano anche sulla musica e il folklore e anche in altri paesi; ad esempio uno studente albanese in Svezia racconta che suo amico aveva una raccolta di musica popolare albanese e che egli riteneva che le canzoni erano in lingua greca. Lo studente racconta di aver dovuto metterci 3 giorni per convincere lo svedese che la sua musica albanese e non greca.

Il 95 % degli intelletuali albanesi pensa che la storia greca non è altro che la storia albanese rubata e trasformata dai greci.


Sul sito Ufficiale per lo studio della Genealogia Arbereshe (www.arbereshe.it) è possibile avere tante informazioni e conoscere la propria storia grazie alla ricostruzione con documenti rari.

Conoscere le proprie radici fa essere più felici - questo è lo slogan dell'associazione.

Per quanto riguarda le radici -La ricerca delle origini del proprio cognome si fa molto intensa su Facebook.
Ad esempio su questo socian network c'è Francesco che partecipa al gruppo "I BELLUSCI nel MONDO" e chiede se il cognome Bellusci sia di origine albanese e scopre di avere origini albanesi e che il cognome Bellusci è lo stesso dei fratelli attori americani John e Jim Belushi anch'essi di origine albanese.

La ricerca delle proprie origine avviene anche da flgi di emigranti in giro per il mondo (dagli Stati Uniti , Sud'America , Australia e tutta Europa).

Con Valentina dagli Usa e Pablo dall'Argentina figli di emigranti che sono curiosi di sapere le loro radici

Stesso discorso per il gruppo "LUCI in the world" dove i Luci che ne partecipano sono 233 e c'è chi pensava che il cognome Luci fosse di origine greca e si qualcuno scopre avere origini albanesi.Infatti il cognome Luci è presente tutt'ora in Albania. Lo dimostra anche l'utente che è albanese e si chiama Erion Luci che ne fa parte di questo gruppo.


Si sta scoprendo in ritardo ma si scopre che l'Italia è molto albanese.

Ricevi i nostri articoli via email


Inserisci la tua email:

By FeedBurner

Commenti recenti