28 novembre festa indipendenza per l'Abania

Era il 28 novembre 1912 quanto a Valona, Ismail bej Vlora Kemali proclama l'Indipendenza dell'Albania dall'Impero Ottomano.
Uno degli albanesi dell'epoca era Madre Teresa la quale nel 1912 era una bimba di 2 anni.

Sono passati 98 anni e oggi gli albanesi festeggiano in tutto il mondo il 28 novembre "La festa della Bandiera"


Kledi Kadiu Vite da campioni

Vite da Campioni fa un tuffo nella danza dedicando questa puntata a Kledi Kadiu.
Vite da Campioni è una produzione di Retesole, a cura di Elisabetta Mazzeo. Riprese Cristian Mantio. Montaggio Luca Roveri.

Kledi Kadiu, nato a Tirana in Albania il 7 aprile 1974, è entrato giovanissimo all'Accademia Nazionale di Danza dove si è diplomato nel 1992. Nello stesso anno è entrato a far parte del Corpo di Ballo del Teatro dell'Opera di Tirana dove ha ricoperto, fin dall'inizio, ruoli solistici in balletti di repertorio quali "Giselle", "Lo Schiaccianoci", "Don Chisciotte", "Dafne e Chloe".

L'Italia

Nel 1993 si è trasferito in Italia per lavorare prima a Mantova e successivamente a Rovereto.
La prima esperienza televisiva arriva nel 1996 e dall'anno seguente Kledi è primo ballerino in programmi noti al grande pubblico quali "Buona Domenica", "C'è posta per te" ed "Amici".
Nel 2004 Kledi ha fondato la Kledi Dance.
Nel 2005 è arrivata anche la prima esperienza cinematografica con "Passo a due" (regia di Andrea Barzini e coreografie di Mauro Mosconi) a cui è seguito il film "La cura del gorilla" (regia di Carlo Sigon).
Nel 2006 Kledi è stato il protagonista della fiction di Rai1 "Ma chi l'avrebbe mai detto" (regia di Giuliana Gamba).
Nel 2006 è nata la sua compagnia "Free Dance Company" che ha presentato lo spettacolo "Cattivi Pensieri" con le coreografie di Veronica Peparini.
Nella stagione 2007-2009 è protagonista in "Giulietta e Romeo" di Fabrizio Monteverde con il Balletto di Roma.

Daily Mail : Albania la nuova stella dell'Adriatico per case

Il Daily Mail è un quotidiano britannico fondato nel 1896. È il secondo quotidiano più venduto dopo The Sun.

Daily Mail intitola cosi l'articolo sull'Albania

"Nuova stella dell'Adriatico: la costa incontaminata dell'Albania si apre ai turisti britannici per l'acquisto della casa"

Nel suo articolo dedicato all'Albania e all'attrazione turistica si racconta di agenzie immobilibari inglesi che vendono case a cittadini inglese i quali aproffittano del prezzo basso delle villette lungo la costa ionica fino a Saranda.

Tuttavia, la nazione balcanica ha nascosto qualche segreto, almeno non i suoi chilometri di bellissima costa adriatica e ionica, e un paesaggio di montagne svettanti.Ora il paese è in procinto di aprirsi agli investimenti esteri si scrive su Dailymail






l'articolo lo trovate qui :

www.dailymail.co.uk/property/article-1333254/The-Adriatics-new-star-Albanias-unheralded-coast-opening-tourists-British-home-buyers.html

Castello di Elbasan (Albania centrale)

fonte www.albaniaturismo.com

Il castello e le mura che circondano raccontano della grande importanza militare che la città aveva nel primo periodo ottomano. Il muro del recinto che si trova nella parte del sud del castello è ancora intatta , questo dimostra che nonostante secoli le mura di questo castello resistono.

La fortezza di Elbasan fu ricostruita nell'anno 1466 dal sultano ottomano , sulle rovine dell'antica città di Skampa, appartenenti al IV secolo d.C.

Il 1466 fu l'anno del secondo assedio di Kruje da parte di Maometto II il quale, non riuscendo a sconfiggere Scanderbeg e a conquistare l'inespugnabile fortezza di Kruje, decise di aspettare l'anno successivo. E la roccaforte di Elbasan fu costruita proprio in questo frangente come punto di appoggio per le truppe ottomane.


La sua lunga cinta muraria, che doveva difendere la città dalle invasioni barbariche, ha fatto di Elbasan la fortezza più grande dell'Albania.

Le basi di questo castello hanno fondamenta romane e bizantine e sulle rovine precedenti fu cotruito questo castello.

Questo castello ha avuto 26 torre a uguale distanza l'uno dall'altro, per tutta la parete alta 9 m. In questa fortezza comprendeva una parte della "Via Egnatia", che passa attraverso di esso.

istanza l'uno dall'altro, per tutta la parete alta 9 m. In questa fortezza comprendeva una parte della "Via Egnatia", che passa attraverso di esso.

Il piccolo fenomeno albanese al Barcellona è Labinot Kabashi

Si chiama Labinot Kabashi e ha 10 anni .E uno dei 26 piccoli calciatori del Barcellona.
E un attaccante e ha il numero 9. Il piccolo calciatore è un vero fenomeno.


Video

Scoprire l'Albania a Forlì e a Trieste


Scoprire l'Albania a Forlì da 15 al 25 novembre
Corso della Repubblica n.144
Forlì, Italy



Scoprire l'Albania a Trieste dal 27 -30 novembre
Piazza Unità
Trieste, Italy



altre info le trovate su www.asatrieste.it

Parco delle Dolomiti il sito anche in lingua albanese

Il Parco delle Dolomiti è un parco importante nella provincia di Belluno , nel nord Est dell'Italia. Il suo sito internet è stato tradotto in diverse lingue tra cui anche in lingua albanese.

Il Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi è un'area naturale protetta del Veneto, istituita nel 1990.

Il parco ha una superficie di 31.512 ettari, interamente compresa nella provincia di Belluno, tra i fiumi Cismon ad ovest e Piave ad est, esteso a nord verso il bacino del Maè e a sud nel basso Agordino.

La varietà territoriale del Parco, che comprende aree di alta montagna accanto a pascoli permette a numerose specie animali di trovare il proprio habitat all'interno dell'area.

Tra le specie più importanti e rappresentate sono:

Mammiferi:
Marmotta, Ermellino, Capriolo, Camoscio, Cervo, Muflone. Chirotteri: Vespertilio maggiore, Pipistrello nano, Orecchione austriaco, Orecchione bruno, Vespertilio di Daubenton.

Uccelli:
Picchio nero, Picchio muraiolo, Astore, Gheppio, Aquila reale, Civetta nana, Civetta capogrosso, Allocco, Gufo reale, Francolino di monte ( specie a rischio di estinzione), Gallo cedrone, Fagiano di monte, Pernice bianca, Coturnice, Upupa, Corvidi, Cincia, Re di quaglie, Codirosso spazzacamino, Fringuello alpino (anch'esso raro), Culbianco.

Rettili e Anfibi:

Tritone alpino, Tritone crestato italiano, Tritone punteggiato meridionale, Salamandra pezzata, salamandra nera o alpina, Ululone dal ventre giallo, Rospo comune, Rana montana, Rospo smeraldino.

Il sito internet www.dolomitipark.it è anche il lingua albanese.

L'Albania in copertina di Repubblica Viaggi

Albania, paradiso a sorpresa così riporta Repubblica.it la copertina della sezione viaggi la quale ha dedicato ieri 8 novembre 2010 la copertina all'Albania.

La Repubblica è uno dei principali giornali italiani e sicuramente il giornale piu seguito sia sulla carta stampata sia sull'web con il sito www.repubblica.it


Mare dell'Albania nella costa ionica

Castelli a Valona

Castelli a Valona e dintroni (fonte AlbaniaTurismo.com )


Il castello di Gjon Bocari - Kalaja e Gjon Boçarit.
Il castello di Gjon Bocari è situato nel villaggio di Tragjas ed è stata costruita tra il XVI e il XVII secolo. Questo castello ha una forma rettangolare con larghezza di 1,25 metri ed un altezza che arriva fino a 5,5 metri.


Castello di Himara.
Castello di Himara. E 'costruito come una fortificazione della tribù di kaoneve e spesso viene citato nei documenti bizantini del VI secolo. Giustiniano in seguito poi ordinò la ricostruzione del castello per poter resistere all'attacco dei barbari, e goteve huseve.


Castello di Kropisht - Kalaja e Kropishtit.
Questo Castello si trova a Llutroi , è una castello costruita durante il periodo romano e la sua costruzione si compone Si compone di pietra, 24 x 2 x 5 cm. Questa fortificazione ha una base a 4 rettangolare con i lati di 250 e 180 metri. Il muro in alcune perti arriva a toccare una larghezza di 120 cm


Castello di Porto Palermo o Castello di Ali Pasha Tepelena
Castello di Porto Palermo o Castello di Ali Pasha Tepelena è Situato nei pressi di Himara.
Le sue mura sono hanno uno spessore di 1,6 metri. Questa fortezza con una forma pentagonale è stato progettato da un ingegnere francese.



Il castello di Kukumi - Kalaja e Kukumit
Il castello di Kukumi si trova nel villaggio di Qeparo vicino al Golfo di Palermo. Questa costruzione risale al II secolo aC



Castello di Valona -Kalaja e Vlores
Il castello di Valona è stato costruito nel 1531 dal sultano Suleyman di Valona, per proteggere il golfo di Valona dagli attacchi veneziani. Una descrizione e disegno accurato di questo castello è stato creato da Dr.Auerbahu nel 1847, e questa descrizione si conserva negli archivi della biblioteca Insbruhut.



Il castello di Kanina - Kalaja e Kanines
Il castello di Kanina è 'stato costruito su un vecchio centro residenziale illiro , del III secolo aC.
Questa fortezza ha una superficie di 3.625 ettari. Fu ricostruita da Giustiniano nel V secolo dC .Questo castello viene citato anche da Anna Comnena la quale parla in contesti di guerra contro i normanni.Si parla di suo padre, l'imperatore Alessio I di Bisanzio contro l'esercito dei Normanni


Castello di Mavrova

Castello di Mavrova è situato nel medesimo paese , nella valle di Shushica, a 20 km dalla città di Valona, prima di andare in un paesino chiamato Kot,si trova sulla sinistra della strada che porta a Kot.Questo castello fù costruito nel IV secolo aC.Le sue pareti sono blocchi di pietra calcarea lavorata. Si trova a 20 km dalla città nell'entroterra della città di Valona.

L'esplosione ditta a Paderno Dugnano ha scosso l'Albania

Giovedi pomeriggio del 4 novembre vicino a Milano , a Paderno Dugnano è esplosa una ditta che conteneva prodotti chimici per smaltire i rifiuti . Un esplosione gigantesca . All'interno gli operai che ci lavoravano . 5 di loro sono albanesi .L'azienda che è esplosa era in pessime condizioni di sicurezza.

E’ successo alle 14,50 e la ditta si trova in via Mazzini, a Paderno Dugnano: una violenta esplosione presso gli stabilimenti dell’Eureco Srl, una fabbrica di stoccaggio di rifiuti speciali.
L'Albania è scossa dall'accaduto. I critici e giornalisti albanesi parlano di esplosioni assurde in un paese che fa parte del G8( 8 grandi potenze economiche )

La fabbrica è esplosa e gli operai si sono trovati in pochi secondi intrapolati dal fuoco. 7 operai sono in condizioni gravissime ; 5 di loro sono albanesi e 2 italiani.

Albanesi che ogni giorno andavano a lavorare , avevano lasciato l'Albania per una vita migliore e si sono trovati circondati da fumo e fuoco, un lavoro difficile ma erano onesti e magari felici: finche l'insicurezza al lavoro si è trasformata in una trapola mortale.


La denuncia di Cgil, Cisl e Uil che dice : con il boom delle cooperative c´è meno sicurezza in queste aziende.


Video esplosione



Il tragico bilancio dei sette operai feriti gravi:

* Sergio S., 63 anni, di Paderno Dugnano;
* Salvatore C., 56 anni, di Paterno Dugnano, custode con la moglie dello stabilimento;
* Erion N., 29 anni, albanese, regolare;
* Haron Z., 44 anni, albanese, regolare;
* Leonard S., 37 anni, albanese, regolare;
* Xani K., 21 anni, albanese, regolare;
* Ferik M., 30 anni, albanese, regolare.


Le parole toccanti della moglie di uno degli ustionati dice di aver appreso al tg che il marito fosse in pericolo di vita.

Alcuni di questi albanesi sono da soli in Italia e i loro famigliari sono in Albania e vorrebbero venire a trovare i loro figli che lottano fra la vita e la morte.
Per problemi burocratici i genitori dei ragazzi non possono venire direttamente per vedere i loro filgi che lottano tra la vita e la morte negli ospedali italiani bensi devono attendere lunedì perchè l'Albania non è un paese dell'Unione Europea e quindi nonostante un paese nel cuore dell'Europa è costretta a seguire le regole che valgono per i cinesi e per i brasiliani .
Anche in questo caso ci vogliono i visti ?


Un papà albanese accusato ingiustamente . L'Albania protesta

Storia di un papà albanese venuto in Italia per una vita migliore , sempre onesto e sempre tradizionalista con la famiglia , anzi troppo tradizionalista , gesto che lo ha portato in carcere. suo bimbo aveva raccontato alla maestra che il papà li dava un bacino facendoli il solletico nel genitale. si tratta di un bimbo di 4 anni.

Tanti albanesi in Italia oramai stanno conoscendo la storia di questo genitore albanese , finito in carcere il 4 agosto 2010 , perché accusato ingiustamente di pedofilia.

Una storia di un incredibile errore giudiziario.

Un genitore albanese di 3 figli. 2 ragazze e un bimbo di 4-5 anni.

Chi conosce la profonda tradizione albanese sa bene che tale gesto è associato ad un solletico e bacio nel bimbo maschio il quale in questo caso era l'unico figlio maschio della famiglia.
subito dopo la maestra del bimbo ha denunciato tutto il racconto del bimbo ai carabinieri dove quest'ultimi hanno messo una telecamera in casa della famiglia albanese per ben due mesi.


Nel video come raccontato tanti albanesi che lo hanno visionato si vede il padre che gioca col suo bimbo facendoli il solletico nel suo "popo"..subito dopo sono scattati gli arresti per il genitore albanese .

Un ingiustizia!!
LA famiglia distrutta è un esempio di interazione .La moglie che lavora e con i figli a scuola. Una famiglia alla pari con tante famiglie italiane.

Reggio Emilia è un città composto per la maggior parte da emigranti del sud Italia e da stranieri.

Questo fatto incredibile ha messo in movimento tante associazioni in Albania dove la gente , i parenti sanno che quel gesto è solo affetto e ne chiedono la libreazione e il risarcimento per la familgia.

In Italia si sta facendo molto di più dove le associazioni albanesi ne chiedono la liberazione , ma sopratutto la mioglie ei figli che ne chiedono il rilascio del loro capofamiglia.

Le associazioni italiani e albanesi stanno portano avanti la sesta protesta in un mese . La recente protesta è stata fatta in Albania davanti all'ambasciata italiana a Tirana. Li hanno partecipato sia associazioni italiane che albanesi.


E ora che venga fatto uscire e risarcito un padre di famiglia che è finito ingiustamente in carcere.

Se quel papà avesse fatto certe cose ad un bambino e soprattuto al suo bimbo gli albanesi stessi lo avrebbero allontanato.

Domani 6 novembre 2010 la sesta protesta a Reggio Emilia . In Piazza della Vittoria si chiede la liberazione del padre albanese.

Qui una delle tante proteste a Reggio Emilia

Albania: lussi e splendori : a Genova fino al 13 marzo 2011


Giovedì 4 novembre 2010, ore 17.00, inaugurazione della mostra Albania: lussi e splendori. Costumi tradizionali dall'Albania e dai Balcani, a Palazzo Bianco (via Garibaldi). La mostra è visitabile fino al 13 marzo 2011.

La mostra, organizzata dal Settore Musei del Comune di Genova in collaborazione con il Consolato Onorario della Repubblica d'Albania in Liguria e allestita negli spazi dedicati alle Collezioni Tessili dei Musei di Strada Nuova, rientra nell'ambito del progetto Culture in valigia. Percorsi di integrazione culturale tra Musei e Biblioteche, svolto in sinergia tra Biblioteche e Musei del Comune di Genova, con la collaborazione dei volontari del Servizio Civile Nazionale

I costumi, databili tra il XVIII e il XIX secolo, provengono per la maggior parte dall'Albania, ma tra di essi figurano anche pezzi realizzati in Turchia, Grecia, Montenegro, Croazia e Bulgaria, acquisiti dai Musei Civici soprattutto grazie a donazioni recenti.

La tipologia degli abiti e degli accessori in rapporto alla zona di provenienza e alla vita quotidiana di chi li indossava è esemplificata anche dall'esposizione di un gruppo di 22 fotografie dei primi del Novecento provenienti da negativi originali dell'Archivio Marubi.

Dove: Genova - Musei di Strada Nuova - Palazzo Bianco - DVJ Damasco Velluto Jeans-Centro Studi Tessuto Moda

Quando: 4 nov 2010 - 13 mar 2011

Orario: Dalle ore 09.00 alle ore 19.00
Chiuso il lunedì

Organizzatori:
Settore Musei/Musei di Strada Nuova - Palazzo Bianco
Consolato Onorario della Repubblica d´Albania in Liguria

Lonely Planet: Albania il primo paese da visitare nel 2011

Lonely Planet: Albania, uno tra i 10 luoghi più belli da visitare nel 2011

Lonely Planet, una delle agenzie di turismo più prestigiose al mondo, che ispira ogni anno e consiglia a milioni di turiti i migliori posti nel mondo da esplorare e da visitare. Per il 2011, Lonely Planet lista l'Albania fra i primi 10 paesi che si deve assolutamente visitare per le vacanze.

Spiagge Blu e pulite, buon cibo e prezzi accessibili, siti culturali, vita notturna, le avventure e viaggi attraverso le montagne, sono alcuni dei fattori che meglio ri soddisfano la passione di viaggiare in ogni turista.



http://www.lonelyplanet.com/italy/travel-tips-and-articles/76164

Post in evidenza

La storia dei 130 carabinieri in Albania nel 1943 (una storia dimenticata)

Dopo la fine della seconda guerra mondiale l'esercito italiano in Albania si trovava circondato dai tedeschi e dai comunisti albanesi....