Il sogno di Mussolini svanito :creare la Grande Albania

I bambini di una scuola albanese creano per gioco la Grande Albania

Il sogno di Mussolini svanito creare la Grande Albania
In seguito all'occupazione italiana del Regno di Albania, il governo fascista incoraggiò notevolmente il nazionalismo e l'espansionismo albanese e nel 1941 all'Albania furono annessi il Kosovo e alcuni territori montenegrini. Mussolini avrebbe voluto far annettere all'Albania anche tutto l'Epiro e la Ciamuria,(territori albanesi prima e poi assegnati alla Grecia nel 1917) ma ciò non fu possibile perchè l'Italia perse la guerra contro i greci.
La sconfitta italiana in grecia costò la vita a tanti albanesi in quanto furono uccisi dai greci perche erano ritenuti fascisti e amici degli italiani.

Per Grande Albania si intende attuale Albania, parte del Montenegro,metà dell macedonia e tutto il nord ovest dell'attuale Grecia.
Questa strategia serviva a Mussolini per difendere l'Italia ma anche per vincere facilmente sulla Grecia e per poi attaccare la Jugoslavia.

Nella foto di come era l'Albania prima.

Dopo la guerra questi paesi accusarono gli albanesi perche collaboratori dei fascisti e i slavi da una parte e i greci dall'altra sterminarono famiglie intere di albanesi. Fù cosi che gli slavi organizzarono bene una dittatura in Albania e misero Enver Hoxha come presidente.Infatti Hoxha si fidò degli slavi ma dopo un po' capì di essere stato fregato dagli slavi stessi
Infatti Enver Hoxha diventò nazionalista a tal punto da uccidere anche stretti famigliari.
Oramai era troppo tardi per diventare un amico del popolo albanese in quanto Hoxha aveva gia ucciso molte persone ed era diventato un dittatore a tutti gli effetti.
Hoxha impose l'ateismo di stato e non era possibile pregare o occuparsi di religione per questo il 60 % degli albanesi sono atei ( non credenti) .

I rapporti con l'italia continuarono nel 1989 (dopo la caduta del comunismo)

Oggi l'Italia è il primo partner commerciale dell'Albania.

In Italia ci sono molti personaggi illustri che hanno origini albanesi.
Oggi grazie alla rete e alla ricerca si sta ottenendo verità grazie anche all'immigrazione albanese in Italia , dove tanti studiosi albanesi si deticano ininterrotamente ogni giorno alla riscoperta di quell'Albania che non si conosceva.

In Italia ci sono tanti italiani di origine albanese e che sono emigrati qui a partire da 2000 anni fà fino ai giuorni nostri. Basti pensare che in Italia ci sono lingue antichissime uguali alla lingua albanese.

Nella seconda guerra mondiale il sogno di una grande Albania era anche il sogno del dittatore Mussolini.





Le minoranze in Grecia e i Ciam

La popolazione della Ciamuria è costituita soprattutto da Albanesi e Greci, con piccole minoranze. Ci sono dati discordanti riguardo al numero della comunità albanese. Secondo il censimento greco del 1923, gli albanesi in Ciamuria sono 100.000.

Gli albanesi-ciamurioti furono vittime della crescente discriminazione del governo di Ioannis Metaxas.
Nel 1943 i cam albanesi vennero espulsi forzatamente dalle loro case in Grecia. Questo evento, come quello dell'espulsione di 12 milioni di Tedeschi alla fine della guerra sarebbe stato preparato ed ordinato dai comandi degli alleati Britannici ed Americani.

Negli anni '90 si è riaperta una "questione Ciamuria": i discendenti degli espulsi ciamurioti hanno rivendicato diritti sul possesso dei beni lasciati in Grecia e hanno manifestato la volontà di tornare nei territori d'origine. Il governo greco ha respinto la richiesta con la motivazione che durante la Seconda guerra mondiale alcuni ciamurioti (secondo gli odierni rappresentanti poche centinaia , un'esigua minoranza) aveva collaborato con le truppe d'occupazione dell'Asse. Tutte le rivendicazioni avanzate dai cam a partire dagli anni Novanta sono state respinte dal governo greco che considera la confisca delle proprietà degli stessi come bottino di guerra.


Il 10 gennaio 1991 è nato il National Political Association "Çamëria" (in albanese: Shoqëria Politike Atdhetare "Çamëria"), un'associazione che auspica il ritorno dei ciamurioti in Grecia e che rivendica il risarcimento dei beni lasciati nella regione. Il Chameria Political Association (CPA, Associazione Politica Ciamuria) lamenta un numero di 2.800 morti ciamurioti e oltre 35.000 espulsi, anche se questi dati non sono affatto verificabili; storici quali Victor Roudometof e Mark Mazower stimano il numero di espulsi in 18.000. I cam odierni sono prevalentemente mussulmani con una minoranza di Cristiani ortodossi. Ad oggi la popolazione cam di origine albanese, compresi i discendenti nati fuori della Cameria, ammonta a circa 600 mila persone. Oggi la popolazione di origine albanese e di lingua albanese in Ciamuria è in diminuizione, anche se ancora vi si trovano alcune comunità.

http://macedoniatour.blogspot.com/2009/05/le-minoranze-in-grecia.html

I ciam avevano la colpa di essere amici dei fascisti e per questo hanno pagato con la vita.

Ricevi i nostri articoli via email


Inserisci la tua email:

By FeedBurner

Commenti recenti