Nuovo collegamento Barletta - Durazzo

Barletta si trova tra Foggia e Bari
Quello che non hanno capito gli imprenditori è che oramai queste navi cosi grosse ci mettono un giorno per fare 80 km.e quindi sarà dura fare concorrenza
Un investimento sarebbe quello di permettere il collegamento veloce con navi veloci cosi si che si avrà un successo.
Oggi per fare puglia Albania (80 km) ci si mette 8 ore.
Le navi veloci sarebbero un ottimo investimento.

5 donne in Montenegro e Albania

Costumi Tradizionali Albanesi




Carta d'identità albanese

Carta d'identità albanese

La carta d'identità albanese è elettronica e biometrica. È di plastica e ha il formato di una carta di credito. Nella parte frontale si trova l'immagine digitale che si replica anche lateralmente e i dati sono espressi in albanese e inglese: cognome, nome, nazionalità, luogo e data di nascita, data di rilascio e scadenza, autorità di emissione, firma digitale del titolare, il numero della carta, il sesso e il numero personale. Sull'immagine è applicata anche una microstampa olografica che riflette. Sul retro della carta è stampato un testo alfanumerico che rende la carta leggibile anche con un lettore ottico. Il microchip integrato nella scheda e visibile sul retro, contiene elementi biometrici come le impronte digitali del possessore, l'immagine, la firma, ecc. La validità della carta è di 10 anni. E' obbligatoria per i cittadini sopra i 16 anni


Come ottenerla ?
(Per i cittadini albanesi ancora senza carta d'identità )

Bisogna recarsi all'ufficio postale e pagando una somma di 1.200 lek (10 euro) lo si puo ottendere all'ufficio dello Stato Civile del proprio Comune dove la persona viene fotografata e le vengono rilevate le impronte digitali. Tutto con macchine fotografiche digitali e scanner, quindi senza l'uso d'inchiostro. Dopo 15 giorni circa, si ritorna personalmente per ritirare la carta che ha bisogno di essere attivata tenendo il dito premuto su un dispositivo che identifica l'impronta con quella immagazzinata nel microchip. La carta d'identità sarà utile e vantaggiosa ma anche utile adesso per l'Albania in quanto permetterà di velocizzare le condizioni chieste da Bruxelles per registrare tutte le persone.

Le banche in Albania

Dopo gli anni novanta molte banche commerciali private albanesi e straniere hanno aperto sedi e filiali nelle principali città.
Fra queste, una decina di banche sono controllate da società commerciali bancarie greche , una dall'austriaca Raiffeisen Bank (che si è avvantaggiata della privatizzazione della Banca del Risparmio Albanese), due dalle tedesche ProCredit Bank e KFW Bankengruppe ,due dalle italiane "Banca Italo-Albanese" del "Gruppo Intesa Sanpaolo" e dalla Banca Popolare Pugliese con il brand Banca Italiana per lo Sviluppo, due dalle statunitensi American Bank of Albania, creata dall'AAEF ed ultimamente acquistata per l'80% del capitale azionario dalla Banca Italo-Albanese e l'altra Union Bank / Western Union, due arabe, una dalla società turca ,una malese, una bulgara. Due istituti di credito appartengono con capitale 100% a privati albanesi: Banka Credins e Banca Popolare con il 75 % del capitale di proprietà della francese Societé Générale.

Esistono inoltre alcuni istituti privati finanziari di micro-credito nel settore dello sviluppo sostenibile, dediti ai servizi all'agricoltura per le comunità montane e per le piccole imprese di agroindustria:

Fondazione per il Finanziamento Rurale;
Opportunity Albania Partner Albanese di Micro-Credito (creata dall Opportunity International insieme a USAID);
Unione Finanziario "Jehona";
Unione Albanese del Credito di Risparmio;
Fondazione "Drejt se Ardhmes";
Fondazione "Besa";
Fondazione per il Finanziamento delle Communitá Montane.

L'Albania e la cultura italiana

Rapporti con la cultura italiana
La lingua italiana contemporanea è la lingua più conosciuta, dopo la lingua materna albanese, dagli albanesi di ogni generazione e gruppo etnico sociale, anche grazie alla trasmissione di diversi canali radio televisivi italiani, i quali raggiungono la maggior parte del territorio albanese via satellite o terrestre.(Romania V., 2004)

Lo studio e la conoscenza dell'italiano è sostenuta, inoltre, dal "Programma Illiria" (convenzione politica ottenuta con accordi bilaterali dei governi italiano e albanese), che offre la possibilità di studiare la lingua italiana contemporanea a diversi alunni presso le scuole pubbliche statali del primo ciclo fino alle medie superiori nelle sessioni bilingue in Albania e studenti albanesi di studiare anche in Italia. Il programma di Protocollo Scientifico Italia-Albania prevede anche la formazione continua di docenti, professori, insegnanti e traduttori albanesi, anche nell'ambito del Dipartimento di Italianistica della Facoltà delle Lingue Straniere e del Dipartimento di Scienze Pedagogiche e di Psicologia della Facoltà delle Scienze Sociali dell'Università di Tirana.

Altre note riguardo i rapporti culturali fra Albania ed Italia:

nelle scuole pubbliche statali e regionali paritarie in Italia studiano più di 77.200 alunni albanesi;
nelle università italiane studiano più di 12.000 studenti universitari albanesi;
è stata aperta la prima Libera Università privata Italiana a Tirana;
L'Istituto Italiano di Cultura a Tirana organizza eventi di promozione culturale dedicati all'arte, alla musica e alla letteratura italiana che coinvolgono artisti italiani, europei e albanesi.

Albania in Epoca Romana

L'invasione dell'esercito romano nel II secolo a.C., come altrove, comportò l'integrazione e l'assimilazione delle popolazioni locali, specie sulle coste. Il territorio fece in seguito parte della provincia romana dell'Illiria (Illiricum), all'epoca di Gaio Giulio Cesare. È a Durrachium (odierna Durazzo) infatti che Cesare combatté contro Gneo Pompeo Magno.

La vita contadina in Albania

Un simpatico spezzone del film "Ragazzo di Campagna" con Renato Pozzetto
Nel passato molti albanesi erano agricoltori e la loro vita era più o meno così.
Oggi nelle campagne albanesi esiste ancora una vita così.

Imprenditore albanese vuole il Bologna Calcio

La compagnia “Taci Oil” è interessata ad acquistare l'80% delle azioni del club della Serie A italiana del Bologna calcio. Il presidente della compagnia Rezart Taci ha detto che le trattative per l'acquisto sono iniziate. "Vi è un grande interesse dalla nostra compagnia per l'acquisto dell`80% delle azioni della squadra del Bologna".
Ha aggiunto dicendo che "i nostri consulenti hanno contattato gli alti dirigenti del Bologna, mettendo così in contatto le due dirigenze finanziarie e legali", ha spiegato Rezart Taci per i media.
Intanto i media albanesi si dicono convinti che la compagnia albanese possa concludere l'affare con l'acquisto dell 80% delle azioni.
Nei giorni scorsi Rezart Taci ha pranzato in un ristorante milanese con Adriano Galliani e Aldo Spinelli con i quali a vrebbe discusso appunto dell'acquisto del Bologna.

foto (Berlusconi con Rezart Taci)


Anche Luciano Moggi dopo i guai calcistici vuole ritornare nel calcio e proprio per il Bologna ma il presidente del Bologna sembra preferire Rezart Taci.
Comunque sembra che l'mprenditore albanese sia quasi vicino alla firma.

sito web compagnia petrolifera www.taci-oil.com

Alla lingua albanese hanno rubato il merito ?

δουριος ιππ – ος (dourios ipp – os) Oδυσσεια (Odusseia)
È noto che le lingue monosillabiche sono le lingue più antiche.
Se è vera questa teoria, allora è più antica la parola albanese kjaj (piango) oppure la parola greca κλαι – ω (klai – ō)?
Hepem, dall’albanese mi incurvo, oppure επομ – αι (epom – ai)?
Jam, in albanese io sono, oppure ειμι (eimi), io sono in greco?
Bretkues, rana in albanese, oppure βατρα – χος, rana in greco?
Dru, in albanese legno, oppure δρυ– ς (dru - s), in greco legno o foresta?
Der- ë, in albanese porta, oppure θυρ – α (thur – a), in greco porta?
Dhallë, in albanese fermento di latte, oppure γαλα (gala), in greco latte?
Potremmo continuare con altre centinaia di esempi, ma ci fermiamo qui.
Ora se i poemi antichi come l’Iliade e l’Odissea sono scritti nella lingua greca, perchè si usa la parola ιππ – ος (ipp – os), che in greco indica il cavallo oppure lo stare in sella sul cavallo, che in albanese è hip = shaloj, che vuol dire salire sul cavallo o sellare il cavallo? E ancora, perché non si usa la parola greca ξυλιν – ος (zulin – os), di legno, ma la parola δουριος (dourios), legno?
La spiegazione è semplice.
La parola ξυλιν – ος (zulin – os) non esisteva nella lingua greca nel periodo della guerra di Troia e tutti usavano la parola δουρι - ος (douri - os), che deriva dalla parola pelasgica dru – ri = dru = legno.
Questa è un'altra prova tangibile del fatto che i poemi antichi sono stati scritti nella lingua pelasgica e solo dopo sono stati tradotti in greco. Questo discorso viene dimostrato proprio dalla presenza della parola appena esaminata, cioè δουριος ιππ – ος (dourios ipp – os)= salita di legno.
Passiamo ad un altro termine.
È più antico il nome proprio Penelope (l’origine di questa parola è stata attestata non oltre il 700 a.C.) oppure la parola pelasgica pen’e lypi (il cotone chiede) che è stato poi usato come nome proprio? La tela di cui si servì Penelope fu uno stratagemma, narrato nell'Odissea, utilizzato per non convolare a nozze, nella speranza di poter rivedere il marito Ulisse. La donna comunicò ai suoi pretendenti che avrebbe scelto il suo prossimo marito solo dopo aver completato la tela. Per fare in modo che la scelta si rimandasse, la notte disfaceva ciò che tesseva durante il giorno. Ancora oggi l’espressione la tela di Penelope viene utilizzata per riferirsi ad un lavoro che non avrà mai termine. Ne deduciamo che la derivazione del nome proprio Penelope dal termine pen’e lypi (il cotone chiede) si adatta perfettamente a questo personaggio.
Ora analizziamo un'altra parola che tutti credono sia greca.
L’interminabile viaggio intrapreso da Ulisse per tornare in patria è alla base del poema epico noto come Oδυσσεια (Odusseia), nome che i pelasgi diedero al protagonista. Per la verità il nome del poema Oδυσσεια (Odusseia) non è il nome proprio del protagonista, ma il nome che i pelasgi gli attribuirono per via delle numerose disavventure che fu costretto ad affrontare per ben dieci anni prima di riuscire a tornare in patria. Il titolo di questa poema si comprende e si traduce meglio solo se si utilizza la lingua albanese. Infatti, l’espressione albanese Udhë s’shêu, che molti secoli dopo è diventata in greco Oδυσσευς (Odusseus) vuol dire

colui che non ha visto la via o che non vede la strada.

Come nel caso di Penelope, anche questa spiegazione si adatta perfettamente al profilo di Ulisse, al quale i pelasgi hanno attribuito anche un altro nome, che però non è arrivato fino a noi perché è stato tradotto in greco Πλυμηχαν – ος (Plumēchan – os), intelligente, astuto.
Dopo queste riflessioni possiamo dire che il dizionario Omerico di Pandazides non è preciso, visto che fa risalire il titolo del poema al verbo oδυσσευoμαι (odussenomai), che vuol dire arrabbiarsi. Adesso abbiamo numerose ragioni per credere che non è così.
Brano tratto liberamente dal libro di Robert D’Angely, Enigma


  • Un altra cosa importante è che nel 1975, l’Istituto linguistico svedese pubblicò il libro Webster's New Twentieth Century Dictionary, Unabridged Second Edition, De Luxe Color, William Collins and World Publishing Co., Inc.
    Nel libro è conservato l’albero dell’origine delle lingue indo-europee. Secondo l’albero in questione, la lingua albanese sarebbe la lingua più antica. Di seguito un elenco di parole riconducibili alla lingua pelasgico-albanese.

fonte dal blog di Elton Varfi http://eltonvarfi.blogspot.com

come avrete già notato da circa 6 mesi la lingua albanese à anche su Google Traslate http://translate.google.it/

Un altra vittoria dopo tante successi e tante ne arriveranno !!

Vlora Wave Festival 11 al 16 Agosto 2009

Vlora Wave Festival dall'11 al 16 Agosto 2009:
Elenco di alcuni cantanti che partecipano:
Alexia, Eurosmith
Marco Masini
Mr.Tuka
La Fame di Camilla
e altri artisti che l'organizzazione ne darà notizia a breve sul loro sito.










per saperne di più http://www.vlorawave.org/

Elezioni 2009 in Albania

Le elezioni del 28 giugno in Albania sono state le prime elezioni importanti e con gli occhi del mondo puntate .
L'Albania ha fatto la domanda per entrare in UE e Bruxelles non si è fatta attendere le solite pretese del rispetto e della libertà e della tolleranza ed il rispetto delle regole per quanto riguarda l'esprimersi del voto. Gli albanesi hanno votato in massa per la prima volta.
La crisi economica mondiale ha colpito anche l'Albania. In Albania ci sono differenze enormi tra ricchi e poveri. Berisha è in leggero vantaggio e si appresta a governare altri quattro anni avendo la possibilità di concludere le opere ed il programma che non ha potuto completare fino ad ora.
Insomma c'è stata un Albania divisa a metà.Tutto ciò comporta una cosa molto positiva in quanto finalmente gli albanesi hanno capito l'importanza della politica ed hanno partecipato in massa.
Berisha avrà quindi la possibilità di governare altri 4 anni.
Mancano allo scrutinio ancora 1 % dei voti.



Ora è definitivo :ha vinto il centrodestra che governerà per altri 4 anni. Berisha si è alleato con Ilir Meta.

Non perderti le nostre curiosità

Inserisci la tua email:

Un prodotto di Google

Commenti recenti