Video dell`Albania

I video dall-albania


VIP ALBANESI IN ITALIA

Di vip Albanesi nel mono c`e` ne sono abbastanza considerando che l-albania ha 3.5 milioni di abitanti..
La piu` famosa rimane sempre Madre Teresa di calcutta albanese la quale ha messo la propria volonta per aiutare i bisognosi in India..

Madre Teresa di Calcutta , al secolo Agnes Gonxha Bojaxhiu (o in italiano, Agnese Gongia Boiagiu) OM (Skopje, 26 agosto 1910 – Calcutta, 5 settembre 1997) è stata una religiosa albanese di fede cattolica, fondatrice dell'ordine religioso delle Missionarie della Carità.
















Il sito ufficiale di madre teresa








Alcune citazioni dei suoi ricordi....

>Dio ci ha detto:” Amate il vostro prossimo come voi stessi”, perciò prima di tutto devo amare me stesso nel giusto modo, e poi il mio prossimo in quello

> Fare cose comuni con amore straordinario

>Dio ci ha creati per amare ed essere amati, e questo è l’inizio della preghiera: sapere che Lui mi ama, che sono stato creato per cose più grandi.

>Ciò che io posso fare, tu non lo puoi fare, ciò che tu puoi fare, non lo posso fare io.Ma insieme possiamo fare qualcosa di bello per Dio.

Tutti i vip:

http://made-in-albania.blogspot.com

Aferdita Dreshaj Amarda Toska Albana Osmani Albert Popaj Albi Nako Alketa Vejsiu Adelina Ismajli Adrian Gaxha Alban Skenderaj Alketa Vejsiu Alma Bektashi Altuna Sejdiu-Tuna Altuna Sejdiu-NUDO! Anita Kosumi Anjeza Branka Anjeza Shahini Anxhela Peristeri Arberie Hadergjonaj Armend Rexhepagiqi Arta Bajrami Ardit Gjebrea Arsa Gashi Artiola Toska Bertan Asllani Besa Krasniqi Bledi Strakosha Bleona Qereti Blero Brikena Beqiri Ciljeta Dhurata Lipovica Diellza Kolgeci Donika Gashi Doruntina Disha Eda Zari Edona Llalloshi Eduina Dollanga Eli Fara Elisa Pura Eliza Dushku Eliza Hoxha Elsa Lila Elvana Gjata Ema Ismajli Eralda Hitaj Eranda Topi Ermal Fejzullahu Ermira Kola Etno Engjujt Eva Pepaj Florian Mumajesi - Flori Genta Ismajli Gerta Gjyste Vulaj Gold AG Greta Koci Grupi Aurora Hana Band Ilir Shaqiri Ingrid Gjoni Inis Gjoni Irma Libohova Jehona Sopi Jonida Maliqi Kaltrina Selimi Kledi Kadiu Laureta Meci Ledina Celo Leonora Blakaj Leonora Jakupi Leonora Poloska Lori Manjolla Nallbani Mariza Ikonomi Masiela Lusha Meda Mihrije Braha Miss Agnesa Vuthaj Miss Alma Ajazi Miss Anila Resuli Miss Eralda Hitaj Miranda Hashani Mira Konci Miriam Cani Mirsa Kerceli Mr Elvis Nexhat Osmani Nexhmije Pagarusha Nora Istrefi NRG Band Orina Huti Parashqevi Simaku Pirro Cako Qiljeta Rezarta Shkurta Romina Alku Rovena Dilo Rovena Stefa Rozana Radi Rritmi i Rruges Rrufeja Sabri Fejzullahu Selma Bajrami Sebastiana Bytyci Shkumbin Veliu Shpat Kasapi Sinan Hoxha Sinan Vllasaliu Soni Malaj Sony NRG Tingulli 3 nt Tornados Unikatil Valbona Mema Valentina Rama Valon Rama Vioala Gaxhenji West Side Family Xeni - Shkelzen Jetishi Xuxi Xhemi Shehu Xhimi Yllka Kuqi Zajmina Vasjari Zana Krasniqi Zanfina Ismajli

http://made-in-albania.blogspot.com

MISS ALBANIA NEL MONDO


Sadina Alla - Miss Albania Universo.

Sadina Alla è nata a Tirana 20 anni fa. Lavora come fotomodella. La sua passione è la pittura. È alta 1,75 m, ha occhi azzurri e capelli biondi. Sadina è stata eletta "Miss Universo Albania" il 12 aprile 2007 nella capitale albanese, succedendo a Eralda Itaj.










Eralda Itaj Miss Albania universo 2006


Luogo di nascita: Tirana (Albania)
Età: 21 anni
Capelli: Marroni
Occhi: Azzurri
Altezza: 1,74 m

Una bellezza per Hollywood. Già perché, ammesso che si possa rimanere insensibili al suo fascino oppure si possa giustamente essere perplessi sulle sue capacità interpretative, non si può fare a meno di notare una evidente somiglianza con la celebre Angelina Jolie, con la cui attrice, per inciso, oltre alla fisionomia, questa ragazza vorrebbe condivire soprattutto un futuro nel cinema.

trovate il suo profilo su http://televisione.marangio.it/modelle/i/eralda-itaj/

Miss albania 2006





Miss Albania











MISS ALBANIA IN ITALIA

Regolamento Generale

L’ Istituto della Cultura Albanese, con sede in Roma, Via Paolo Paruta n° 3, indice e organizza il concorso di bellezza “Miss Albania in Italia”, marchio registrato presso l’Ufficio Brevetti della Camera di Commercio di Roma.

ART. 1 Al concorso “Miss Albania in Italia” possono partecipare tutte le ragazze di nazionalità albanese o italo-albanese, o comunque di etnia albanese anche se provenienti dal Kosovo o dalla Macedonia, che per motivi di lavoro, di studio o per motivi familiari, risiedono in Italia e che sono in regola con i documenti di soggiorno in base alla normativa vigente al momento dell'iscrizione al concorso stesso. Le partecipanti pertanto sono tenute a presentare, all’atto della registrazione, un documento di identità ed il permesso di soggiorno entrambi validi per tutto l’anno in cui si svolgerà la manifestazione.

ART. 2 Le ragazze minorenni che volessero partecipare al concorso dovranno far sottoscrivere la scheda di iscrizione da un genitore o da chi ne esercita la patria potestà. Lo stesso genitore sarà tenuto ad accompagnare la ragazza durante tutta la durata del concorso.

ART. 3 La partecipazione al concorso è gratuita.

ART. 4 “Miss Albania in Italia” è un concorso di bellezza che riconosce come suoi obiettivi: il lancio di volti nuovi per il cinema, la moda e la televisione, nonché promuovere una migliore immagine dell’Albania attraverso la valorizzazione della bellezza e del talento della sua gioventù, sia a livello nazionale che internazionale.

ART. 5 La manifestazione finale si svolgerà alla fine dell'estate di ogni anno. In ogni caso, se non per forza maggiore, la serata finale sarà effettuata; in caso di contrattempo la stessa sarà rimandata in data da stabilirsi.

ART. 6 Le ragazze finaliste, durante il periodo della manifestazione, dovranno provvedere in proprio sia alle spese riguardanti il vitto e l’alloggio sia alle spese di viaggio, andata e ritorno per la città sede dell'evento.

ART. 7 Il comportamento delle concorrenti, pena l’esclusione, dovrà essere improntato al decoro ed alla massima correttezza, sia in privato, sia nei confronti della giuria, che delle altre partecipanti, durante tutta la fase di svolgimento del concorso, non prestandosi a riprese fotografiche, cinematografiche e/o televisive in atteggiamenti sconvenienti o in pose di nudo integrale. Le candidate che trasgrediranno alla norma saranno espulse dal concorso.

ART. 8 L’organizzazione potrà in qualsiasi momento escludere dal concorso “Miss Albania in Italia” la partecipante, o chi per essa, non rispetti il presente regolamento.

ART. 9 L’ Istituto della Cultura Albanese avrà diritto di ricercare sponsorizzazioni finanziarie e non.

ART. 10 Le ragazze ammesse alla serata finale non potranno rilasciare dichiarazioni nel corso della loro pubblica esibizione, se non preventivamente concordate con l’organizzazione.

ART. 11 Le ragazze dovranno essere di condotta incensurabile e comunque non essere mai state implicate in vicende o atti offensivi della morale comune, non aver rilasciato pubbliche dichiarazioni di carattere sconveniente o comunque non in linea con lo spirito di moralità proprio del concorso; non essere vincolate da contratti di qualsiasi genere, sia in corso che in predicato di esecuzione, nel settore dei concorsi di bellezza e similari; avere comunque la piena ed incondizionata disponibilità della propria immagine e del proprio nome e non essere pertanto vincolate da contratti pubblicitari, di agenzia, o qualsiasi altro genere, contemplanti cessioni, concessioni o limitazioni del diritto sul proprio nome o sulla propria immagine. Il possesso di tutti i requisiti di ammissione deve necessariamente permanere per tutta la durata del concorso, pena l’esclusione immediata della concorrente dal concorso stesso, quale ne sia la fase raggiunta.

ART. 12 Tutte le partecipanti al concorso si impegnano a non utilizzare a scopo pubblicitario le immagini di “Miss Albania in Italia” e a non contrattare nè aderire a contratti artistici derivanti direttamente dal titolo di “Miss Albania in Italia”, senza il consenso dell’organizzazione.

ART. 13 Nessun contributo di qualsiasi genere o natura può essere richiesto dalle partecipanti all’organizzazione. E’ facoltà dell’organizzazione quella di abbinare al concorso e/o alla diffusione televisiva (anche via satellite) e/o radiofonica dello stesso, una o più iniziative a carattere pubblicitario, senza che alcuna delle concorrenti possa avere nulla a pretendere.


ART. 14 E’ diritto esclusivo del solo Istituto della Cultura Albanese l’utilizzo a titolo gratuito e senza preavviso, in qualunque forma e modo, in Italia e all’estero e senza limitazioni di tempo, di tutte le immagini, fotografie, riprese, registrazioni audio e/o video, su qualsivoglia supporto inventato o da inventare, relative all’immagine, all’intervento, alle prestazioni ed esibizioni artistiche e non solo, di tutte le partecipanti a qualsiasi titolo al concorso, dovendosi ritenere il solo Istituto della Cultura Albanese titolare esclusivo di tutti i diritti predetti su tutti i media adesso conosciuti o in seguito sviluppati, inventati o da inventare, a qualsiasi titolo a ciò riferiti.

ART. 15 La commissione giudicatrice valuterà le concorrenti assegnando per ognuna di esse un punteggio numerico da 1 (uno) a 10 (dieci). Il giudizio sarà imparziale ed insindacabile. In caso di parità del massimo voto totale fra due o più concorrenti, si procederà ad uno scontro diretto immediato con voto ridotto per ogni giurato da 0 (zero) a 1 (uno).

ART. 16 Nella serata finale verranno assegnati i seguenti titoli:
Miss Albania in Italia, Miss Arbereshe, Miss Eleganza, Miss Fascino, Miss Talento. Inoltre verranno assegnati premi speciali legati a sponsors o partners dell’evento.

ART. 17 Le finaliste, al loro arrivo per la partecipazione alla passerella finale, dovranno firmare un impegno per la durata di un anno a favore della agenzia Mira Management per l'utilizzo dell'immagine e per qualsiasi altro lavoro in campo artistico e pubblicitario, riguardante il concorso "Miss Albania in Italia". La mancata accettazione di tale condizione preclude ed impedisce la partecipazione delle concorrenti alla finale nazionale.

ART. 18 L’organizzazione declina ogni responsabilità da incidenti di diversa natura o genere, se non per propria colpa riconosciuta, relativi alla partecipazione al concorso.

ART. 19 L’ Istituto della Cultura Albanese si riserva il diritto di adottare in qualsiasi momento provvedimenti integrativi o modificativi del presente regolamento, aventi carattere organizzativo e funzionale. Il presente regolamento sarà sempre a disposizione di chiunque ne faccia richiesta. Ogni costo ed onere per viaggi, spostamenti e permanenza delle partecipanti, necessarie allo svolgimento del concorso, sarà a carico delle stesse, anche per quanto riguarda la serata finale come espresso all’Art. 6. Ogni partecipante accetta il presente regolamento e le norme espresse dando anche l’autorizzazione al trattamento dei propri dati personali ai sensi della Legge 675/96 e successive modifiche. L’accettazione del presente regolamento è subordinata all’iscrizione al concorso Miss Albania in Italia.

ART. 20 In caso di controversie relative all’esecuzione o all’interpretazione del presente regolamento sarà competente il foro di Roma.
d

GUADATE LE CANDIDATE SU QUESTO LINK
http://www.missalbania.it/candidate.asp?offset=0

Bota shqiptare Miglior giornale 2005


Direttore: Roland Sejko, Roma, Anno VII, N. 131, 9-22 giugno 2005


Roland Sejko È ALBANESE IL MIGLIOR GIORNALE“Bota shqiptare” vince il Premio Souhir per la multiculturalità nei media in Italia



Faceva uno strano effetto leggere il titolo di un prestigioso quotidiano on line mentre dava la notizia del vincitore del Premio Mostafà Souhir per la multiculturalità nei media in Italia. “È albanese il miglior giornale” intitolava l’articolo http://www.ilpassaporto.kataweb.it/dettaglio.jsp?id=32335&s=4. Se l’effetto strano l’avvertivo io, vi lascio a immaginare quello di chi si accorge solo adesso che esiste in Italia una realtà di media multuculturali fatta di giornali che parlano rumeno, arabo, russo, polacco, francese, spagnolo, portoghese, filippino, urdù, bulgaro, ucraino, cingalese, punjabi. E appunto, albanese, come il nostro.La giuria dei giornalisti del Premio Mostafà Souhir organizzata da Cospe ha scelto “Bota shqiptare” come la migliore testata multiculturale in Italia. Ringraziamo per il grande atto di incoraggiamento che hanno dato a noi. E, se i colleghi delle altre testate partecipanti me lo permetteranno, a nome di tutti, ringrazio gli organizzatori per aver portato all’attenzione del pubblico italiano una realtà di media che esiste da tempo ma è poco conosciuta.Sì, esiste in Italia una realtà di media multuculturali fatta, oltre che di radio e di tv, anche di giornali in lingue. Quelle testate con nomi impronunciabili per molti italiani, poche vendute in edicola e altre distribuite gratuitamente presso i supermercati, centri di servizi, questure, agenzie di trasferimento di denaro, o altri posti frequentati dagli immigrati, costituiscono forse il miglior specchio del multiculturalismo italiano, un melting pot di carta, dove si fondono in tante lingue problemi, culture, tradizioni, idee.Gli studiosi del settore la chiamano “stampa etnica”. Altri preferiscono “stampa multiculturale”. Per noi che li facciamo sono semplicemente la nostra voce nella nostra lingua madre.Non è facile fare un giornale per gli stranieri in Italia. Non solo per quelle difficoltà legate a problemi burocratici dovuti a una legge sulla stampa che non tiene conto dei cambiamenti del tempo, e rende quasi impossibile l’accesso alla professione giornalistica, non solo per la scarsità degli inserzionisti pubblicitari, i prezzi delle tipografìe, lo scoglio della distribuzione. Ma anche per i contenuti.Esiste un’opinione comune che i giornali per gli immigrati si occupino solo di informazioni utili, bollettini informativi in lingua per facilitare l’accesso ai servizi, così come esiste la percezione di un immigrato legato a filo di ferro con il proprio Paese, schiavo eterno della nostalgia per la Patria, refrattario a qualsiasi richiamo del paese che lo ospita. Nel far nascere un giornale per gli immigrati in Italia, chi si accolla la responsabilità rischia di relegare la funzione solo a variazioni su questi due temi, alternandoli con il vittimismo sulla rappresentazione distorta dei media italiani. Certo, sia i bollettini informativi, sia i giornali dedicati quasi esclusivamente ai problemi del proprio Paese, hanno il pieno diritto di esistere. Cosi come lo spazio di un giornale per gli immigrati diventa purtroppo a volte l’unico luogo dove denunciare una visione distorta dell’immigrazione e degli immigrati. Ma può un giornale essere solo lo specchio di una condizione d’esistenza?“Bota shqiptare” è passata anche attraverso quel percorso, ma allo stesso tempo ha cercato di capire i bisogni dei lettori. Non i gusti, i bisogni. Sul nostro giornale si scrive sì, di Patria, ma senza crearne qui un’altra in miniatura. Si scrive in modo partecipe dei problemi dell’Albania, ma con il distacco di chi vede un quadro da lontano. E poi si scrive anche su come risolvere un problema con i documenti di soggiorno, come mettersi in regola con i decreti dei flussi, come pagare le tasse. Si parla di studenti e di pensionati, di associazioni e di individui, di artisti e di detenuti, di chi ce l’ha fatta e di chi vuole coraggio. E poi ancora si parla dell’Italia, della sua storia e del suo futuro, dei suoi uomini e delle sue città, della cultura di un Paese, che non a caso siamo in molti a chiamare “la nostra seconda patria”. Si scrive dunque, di noi stessi, divisi tra l’Italia e l’Albania, delle nostre identità in bilico, di rifiuto e di apertura, di valori e di difetti, di resistenza e di assimilazione.È un percorso difficoltoso, alla ricerca della nostra identità, quella individuale e quella collettiva, quella storica e quella elaborata. Un processo culturale che deve aiutarci a vivere meglio in Italia, perché come diceva Proust, “Quelli non sono i miei lettori, ma i lettori di loro stessi”.

GIORNALI ALBANESI CRONACA E SPORT

http://www.sportishqiptar.com.al/ Quotidiano sportivo albanese


http://www.albaniannews.com/

http://www.albania-sport.com/



Altri giornali su:

http://made-in-albania.blogspot.com

Ricevi i nostri articoli via email


Inserisci la tua email:

By FeedBurner

Commenti recenti